Ultima missione

(6 recensioni dei clienti)

VINCENZO CARACCIOLO D’AQUARA

Una strenua caccia alle armi nucleari tedesche, prima della fine.

Thriller, intrighi, spy story, nazismo e armi nucleari, U-boot.

 15,90

Categoria:

Dettagli

Formato

Cartaceo

ISBN

978-88-99768-05-8

Numero di pagine

480

L'autore

Vincenzo Caracciolo D'Aquara

Vincenzo Caracciolo D'Aquara

Vive a Melizzano, dove la famiglia possiede un antico castello. È lì che il padre, Lucio d’Aquara, scrittore e giornalista, ha ospitato alcuni suoi amici: Pirandello, Edoardo de Filippo e Curzio Malaparte. Sempre nel castello, Roberto Rossellini girò molte scene del film Viva l’Italia.

Oltre alla passione per i cavalli, che alleva, e l’attrazione per i motori, che lo porta a correre in Formula 3, Vincenzo scrive poesie, canzoni, pensieri e brevi racconti. Ha pubblicato la raccolta di poesie, Il bambino del muro di fronte. Dopo la prematura morte del padre, il lavoro nella gestione dell’azienda agricola e dei beni di famiglia lo allontana dal mondo interiore, fino a Ultima missione, il suo romanzo d’esordio.

Aprile 1945, i nazisti hanno perso la guerra. Il capitano di sottomarino U-Boot, Markus Schoemburg, è convocato dall’alto comando per una missione di estrema importanza per le sorti dell’Europa intera.

Dovrà prendere il comando dell’U-2553 della serie XXI, il più avanzato sottomarino tedesco e, con un equipaggio ridotto, nascondere alcuni ordigni nucleari in una base segreta in Antartide.

Vent’anni più tardi, alcuni marinai dell’U-2553 vengono torturati e assassinati. Dopo l’omicidio di una guardia svizzera, partono le indagini del capo della sicurezza vaticana e di una affascinante agente del Mossad, che cercano con ogni mezzo di rintracciare il misterioso capitano dell’U-Boot.

Si apre una caccia senza tregua ai suoi diari, al quale prenderanno parte i servizi segreti americani, egiziani e russi, ostacolati da una misteriosa setta nazista, “I cavalieri dell’Ordine nero”. Qualcuno cerca di impadronirsi delle armi di distruzione di massa, sepolte sotto i ghiacci, da utilizzare contro Israele nell’imminente guerra.

6 recensioni per Ultima missione

  1. Giuseppe di Prisco

    Libro bellissimo e affascinante, vi coinvolgerà in un susseguirsi di eventi in un continuo capovolgimento di fronte tra la seconda guerra mondiale e i conflitti più recenti del medio oriente, fino ai giorni nostri in un prosa diretta e scorrevole. Letto in anteprima in bozza. Vivamente consigliato!

  2. Liliana Guzzio

    Ho avuto la fortuna di leggerlo alla prima stesura, un libro avvincente che una volta iniziato non puoi più abbandonarlo. Un romanzo in cui fantasia e realtà si intrecciano talmente bene tra loro che il lettore non riesce a capire dove finisce uno ed inizia l’altro. Lo consiglio vivamente

  3. floraforever

    Adoro i romanzi storici, nell’ “Ultima missione” le emozioni si susseguono a tal punto che i personaggi, abilmente descritti e analizzati, sembrano realmente esistiti !! ma forse lo sono… Ci sono libri che appassionano e travolgono, da leggere tutto d’un fiato, questo è uno di quelli!

  4. Antonella Russo

    Un romanzo appassionante, di quelli che non vedi l’ora di tornare a casa per continuare a leggere. Se pubblicato negli Stati Uniti di sicuro ne farebbero un film. Lo consiglio viavamente!!!

  5. Salvo Esposito

    La storia è geniale, la decrizione dei posti e dei personaggi la fa sembrare realmente accaduta, si evince che il lavoro di ricerca è stato notevole. Scorrevole nella lettura, ti fa subito appassionare alle vicende ed ai protagonisti. Lo consiglio è davvero un bel libro!!!

  6. Monica Zecchina

    Emozionante spy story descritta e ambientata alla perfezione, con un intrigante filo conduttore fin dalla prima pagina, in un’alternanza di colpi di scena dai risvolti imprevedibili. Assolutamente da non perdere .

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *