Dream hunters2_Cover WEB

Dream hunters. Il veliero delle anime

5 su 5 in base a 1 valutazione del cliente
(1 recensione del cliente)

Si conclude così la storia di Sophie, custode del mondo delle fiabe che incontra il suo principe azzurro…

 13,90

L'autore

Myriam Benothman

Myriam Benothman

Italiana nata a Tunisi, è cresciuta a Roma in una famiglia multiculturale. Quadrilingue con il pallino delle sfide, è la più giovane matricola nella storia dell’università “La Sapienza”. Si laurea in Scienze politiche e Relazioni internazionali e intraprende una brillante carriera nel mondo del marketing e della comunicazione, diventando Global Head of Digital & CRM in Bulgari (Gruppo LVMH).
Il nonno Alberto Perrini – premiato autore teatrale, critico letterario e giornalista – la invita a coltivare sin da piccola la passione per la scrittura, così lei si dedica alle fanfiction su Internet. Pubblicati sotto pseudonimo, i suoi racconti si ispirano a noti manga giapponesi, trovando ampio consenso tra le lettrici che la seguono con affetto da anni.

Sophie ha scoperto il suo potere e sconfitto la temibile Belisma. Tutto però ha un prezzo. Per riportare in vita il suo principe, Sophie perde il ruolo di custode e ogni legame con il mondo incantato è compromesso. Alexander non ricorda nulla e la considera un’estranea. Sembra non esserci più posto per lei, finché un susseguirsi di eventi costringe i regnanti di Anwyn ad accoglierla fra loro.

Una ad una, le principesse delle fiabe vengono colpite da un misterioso maleficio e le conseguenze sul mondo reale sono immediate: una minaccia che porta con sé antichi ricordi, mentre il passato inizia a riaffiorare. Tra conflitti, incantesimi e scelte sofferte, Sophie e Alexander si troveranno ad affrontare l’origine stessa del male.

Nel secondo, attesissimo libro della trilogia Dream hunters, Myriam Benothman riporta in vita il lato oscuro delle fiabe e il legame che le unisce al mondo reale. Una storia d’amore e d’avventura in cui la magia si mescola alla realtà, emoziona il lettore e lo coinvolge in un sogno a occhi aperti.

 

1 recensione per Dream hunters. Il veliero delle anime

  1. 5 di 5

    :

    Dopo aver letto “Dream Hunters. Il ponte illusorio” non potevo non leggere anche “Dream Hunters. Il veliero delle anime”. Confesso che avevo grandissime aspettative per questo secondo romanzo di Myriam Benothman e con mia infinita gioia posso affermare che sono state ampiamente soddisfatte. La storia è appassionante e tiene il lettore incollato alle pagine grazie al suo stile scorrevole e alla narrazione avvincente. Gli eventi di cui ci ritroviamo a leggere non sono mai scontati o banali e secondo me questa caratteristica rende l’intero romanzo un vero piccolo gioiello del genere fantasy. Sono stata felicissima di incontrare nuovamente Sophie e Alexander, ma anche tutti gli altri personaggi nati dall’immaginazione dell’autrice e quelli delle fiabe che ognuno di noi conosce. In questo volume i due protagonisti dovranno affrontare per l’ennesima volta la strega Belisma che come ogni degna antagonista darà del filo da torcere ai nostri amati Sophie e Axel. Mi è piaciuta moltissimo l’idea di far accedere nel mondo incantato Kiki che insieme al principe Allen, Selene e Charles farà tutto il possibile per aiutare e sostenere l’amica del cuore e il suo innamorato. In questa avventura non vediamo spesso in scena Arliss e Patrick viene solo menzionato dalla sorella Sophie. Per quanto riguarda i personaggi delle fiabe coinvolti ci sono grandi sorprese in particolare da parte di Aurora e Ariel. Nel precedente libro avevamo incontrato Cappuccetto Rosso e Cenerentola, mentre in questo ci imbatteremo brevemente in Belle. Sono rimasta favorevolmente colpita dal modo originale di presentare le principesse delle fiabe perché vi è una perfetta armonia tra i modelli Disney (senza ovviamente dimenticare la fonte primaria dei racconti narrati nei libri dei noti autori di fiabe) e le caratteristiche innovative scelte dall’autrice di questo romanzo. Gli elementi fantasy e quelli della fiaba classica sono in equilibrio tra loro e rendono la lettura davvero piacevole e coinvolgente. Ciò che mi ha commossa sopra ogni altra cosa è stato il finale. Sophie e Axel, dopo aver affrontato Belisma e il signore del limbo Midhir, sono di nuovo insieme e possono coronare il loro sogno d’amore grazie a lady Rivanon, ma la loro felicità sembra destinata a incontrare nuovi ostacoli. Avendo infranto le leggi del mondo incantato sono costretti a pagare un prezzo. Il vero amore però trionfa sempre e nella libreria di monsieur Guinot vedremo finalmente il lieto fine che aspettavamo per i nostri Sophie e Alexander. Quest’ultimo tuttavia, per restare accanto alla ragazza amata, ha dovuto accettare ciò che il destino gli ha riservato. Il sensazionale colpo di scena è proprio qui perché non si ha il classico “e vissero felici e contenti”, ma un emozionante epilogo che personalmente ritengo geniale. I due giovani innamorati possono vivere il loro amore da fiaba avendo al tempo stesso la consapevolezza che insieme saranno in grado di affrontare ogni difficoltà nel loro cammino e pronti a tutto per sostenersi e difendersi a vicenda. Essendomi affezionata tantissimo ai personaggi di “Dream Hunters”, non vedo l’ora di leggere “Neve d’estate” per passare ancora del tempo con loro e forse ci saranno anche altre occasioni per tuffarsi nuovamente nelle magiche atmosfere create da questa bravissima scrittrice. Consiglio vivamente di cuore la lettura di “Dream Hunters” a tutte le persone che hanno voglia di sognare e vivere indimenticabili momenti leggendo dei libri che sanno regalare emozione pura!

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *